Inflazione e adeguamento dei salari

Uno dei costi principali della gestione di un'impresa è il costo del pagamento di salari o stipendi ai dipendenti. Se il costo di assunzione di un lavoratore aggiuntivo supera le entrate che il nuovo lavoratore produrrà, l'azienda perderà profitto assumendo il nuovo lavoratore. L'inflazione descrive l'aumento dei prezzi in un'economia nel tempo, il che può portare a salari più alti e potrebbe avere un impatto sul livello ottimale di lavoro che un'impresa impiega.

Nozioni di base sull'inflazione

L'inflazione fa cadere il valore relativo della valuta nel tempo. Ad esempio, se hai $ 100 e il prezzo del pane è $ 10 per pagnotta, puoi comprare 10 pagnotte di pane. Se, tuttavia, l'economia subisce una rapida inflazione, il prezzo del pane potrebbe salire a $ 20 per pagnotta. Se avessi salvato i tuoi $ 100 originali, ora comprerebbe solo cinque pagnotte a prezzi gonfiati.

Rettifiche salariali

I datori di lavoro devono adeguare le retribuzioni con cui pagano i dipendenti nel tempo per garantire che i dipendenti possano godere dello stesso standard di vita nel tempo. Ad esempio, se i prezzi nell'economia raddoppiano nel corso di cinque anni, anche i salari devono raddoppiare o i dipendenti non saranno in grado di acquistare tanti beni e servizi con le loro retribuzioni. I dipendenti possono aspettarsi di godere di un maggiore potere d'acquisto nel tempo man mano che diventano più esperti, per cui i datori di lavoro devono adeguare i salari in modo più rapido del tasso di inflazione per soddisfare questa aspettativa. Alcune aziende adeguano automaticamente i salari dei dipendenti in modo automatico per tenere conto dell'inflazione; tali adeguamenti sono talvolta definiti aggiustamenti del costo della vita.

Inflazione e salari minimi

Il governo federale impone un salario minimo nazionale, il che significa che la maggior parte dei datori di lavoro è tenuta a pagare ai lavoratori un determinato livello minimo per ora di lavoro. Il salario minimo federale è di $ 7, 25 l'ora a partire da luglio 2011. L'inflazione causa il potere d'acquisto dei lavoratori che fanno decrescere il salario minimo nel tempo. Il governo aggiusta periodicamente il salario minimo al rialzo per tenere il passo con l'inflazione.

Sicurezza sociale

Molti lavoratori in pensione si affidano al programma di sicurezza sociale per fornire reddito durante la pensione. L'amministrazione della sicurezza sociale afferma che i benefici della previdenza sociale sono soggetti a aggiustamenti del costo della vita basati sull'inflazione, il che significa che i pensionati possono ricevere maggiori pagamenti nel tempo per compensare i prezzi più alti.